Guida alla tassazione dei proventi
dalle piattaforme di prestiti p2p

Tassazione per il p2p lending italiano

Dal 2018 i ricavi effettuati con il peer to peer lending su piattaforme italiane (come Smartika) sono assimilati a redditi da capitale.

Questa novità, per molti di noi, significa una tassazione più bassa di quella che avremmo avuto prima del 2018 quando questi stessi proventi facevano cumulo sul reddito. Ora vengono infatti tassati ad una aliquota fissa del 26%.

Questa piccola detassazione potrebbe anche favorire, nel futuro prossimo, un ulteriore allargamento della platea ed una maggiore “istituzionalizzazione” di questo tipo di investimenti in Italia, come già successo in UK.

Tassazione per il p2p lending europeo

Per tutte le altre piattaforme non italiane su cui ho investito (Mintos, Grupeer, Envestio ecc)  questa regola purtorppo non vale. Per dichiarare tali redditi, dovrai compilare il quadro “G” sezione 3 del 730, cioè quello per i redditi prodotti all’estero. I vostri interessi saranno, a questo punto, tassati secondo la vostra aliquota fiscale. La tassazione oscillerà quindi tra il 23% ed il 43% a seconda dei vostri redditi.

I due vantaggi più consistenti di queste piattaforme sono il fatto che riescano a dare un interesse quasi doppio rispetto alle corrispettive italiane, ed a garantire il buyback in caso di insolvenza.

Piattaforme italiane VS piattaforme europee

Riporto una tablla di esempio sull’interesse netto ragiungibile a seconda del vostro reddito nei due scenari:

Nazionalità piattaformaScaglione IIRPEFRendita lordaTassazioneRendita netta
ItalianaIndipendente7%26%5,18%
EuropeaSotto i 15K13%23%10.01%
Europea15K - 28K13%27%9.49%
Europea28K - 55K13%30%8,06%
Europea55K-75K13%41%7,67%
EuropeaOltre 75K13%43%7,41%

Quindi dove conviene investire?

Considerando da un lato il piccolo vantaggio fiscale dell’investire in piattaforme italiane e dall’altro le minor garanzie e gli interessi nettamente più bassi (inferiori al 10% e senza buyback) la decisione finale appare piuttosto semplice. Anche pagando un po’ più di tasse sugli interessi conviene nettamente investire su piattaforme europee.

 

Confronta con le altre piattaforme

In questa pagina potrai confrontare questa piattaforma con le altre

Condividi

Condividi questo articolo con i tuoi amici!